Le alghe sospese rendono verde l'acqua del laghetto
L'ultima volta che avete controllato, l'acqua del laghetto era trasparente e pulita; ora, dopo solo pochi giorni, è diventata verde a causa delle alghe sospese . Scoprite perché spesso l'acqua si presenta verde nei laghetti contaminati e appena allestiti e cosa potete fare al proposito.
© animaflora2016 - Fotolia
Acqua verde nel laghetto : laghetti appena allestiti
L'acqua del laghetto non è mai completamente trasparente. Tuttavia, quando il suo colore è così alterato e simile a una zuppa verde che la visibilità è ridotta a non più di qualche centimetro, è probabile che vi troviate di fronte a un'infestazione di alghe.

Nel caso di laghetti appena allestiti, è tutt'altro che insolito per l'acqua diventare temporaneamente verde. Nei primi giorni, quando l'ecosistema non è ancora completamente costituito e adeguatamente equilibrato, le alghe sospese  possono rapidamente prendere il sopravvento.

Ma perché le alghe sospese rendono verde l'acqua del laghetto? La maggior parte delle alghe microscopiche svolgono la fotosintesi. Per attuarla contengono clorofilla, di colore verde, che tinge rende l'acqua del laghetto verde.
Le alghe sospese rendono verde l'acqua del laghetto : un aiuto dagli animali
Alcuni animali come i copepodi e la daphnia si cibano delle alghe sospese. Tuttavia, più che contribuire - seppur limitatamente - al contenimento delle alghe e costituire un'ottima fonte naturale di cibo per i pesci, i crostacei sono il segno di un buon ecosistema del laghetto.

Come anticipato, da soli copepodi e daphnia non sono in grado di contrastare le alghe sospese; a questo scopo, si consiglia a volte di introdurre la carpa argentata e i bivalvi d'acqua dolce. Tuttavia, non dovete aspettarvi miracoli. Al contrario, potrebbero creare altri problemi, in quanto la carpa argentata, che può crescere fino a un metro, diviene davvero troppo grande per la maggior parte dei laghetti da giardino.
Le alghe sospese rendono verde l'acqua del laghetto : troppi nutrienti
Troppi pesci, troppo cibo, mangime di scarsa qualità o carenza nelle misure igieniche e di manutenzione del laghetto possono portare alla presenza di troppe sostanze nutritive che favoriscono la diffusione delle alghe. Se, come spesso accade alle basse temperature, un laghetto presenta poche piante acquatiche e di riva che utilizzano tali nutrienti, si verificano le condizioni ideali per la proliferazione delle alghe. Si parla, in questi casi, di "concorrenza per i nutrienti".

Tra i modi migliori per prevenire la formazione di alghe sospese  c'è il controllo del numero di pesci e della quantità di cibo somministrato, nonché l'utilizzo di mangime di alta qualità. È inoltre importante rispettare i principi basilari di una buona cura del laghetto. Nel lungo periodo, non dovrete più affrontare il problema delle alghe sospese, che rendono improvvisamente l'acqua del laghetto verde.
Contrastare l'acqua verde nel laghetto con un filtro UV
In caso di infestazione di alghe sospese , uno sterilizzatore UV (noto anche come filtro UV) può dimostrarsi estremamente utile. Normalmente viene installato a monte del sistema di filtraggio del laghetto, ma è importante sapere che solo le alghe sospese  risucchiate dalla pompa e convogliate all'interno dello sterilizzatore UV saranno distrutte. La sua posizione nel laghetto è dunque determinante. Inoltre, lo sterilizzatore non deve essere usato in modo permanente.
Prevenire le alghe sospese

Per prevenire in maniera sostenibile i problemi di alghe come l'acqua verde nel laghetto , è importante garantire una buona qualità dell'acqua, eseguirne sostituzioni parziali e rimuovere i sedimenti regolarmente, nonché tenere sotto controllo la quantità di pesci e la somministrazione di cibo. 

Per saperne di più sulla cura del laghetto, fate clic qui.

Tetra Pond AlgoFin*

Elimina in modo affidabile ed efficace le alghe filamentose più ostinate e altre specie di alghe dai laghetti da giardino.

Tetra Pond AlgoRem*

Agisce in sole 24 ore contro le alghe sospese (acqua verde)

LBLAUTHOR: Tetra GmbH
LBLCREATEDAT: 31.01.2017