L'inverno e i laghetti da giardino
Presentazione
L'inverno rappresenta una sfida per molti esseri viventi. Lottano per il cibo, affrontano il freddo e risparmiano il più possibile energie per sopravvivere fino a primavera. I pesci del laghetto devono adattarsi al calo delle temperature e i proprietari dovrebbero assicurarsi che tutto sia predisposto per la stagione più inospitale. In questa presentazione troverete sette risposte ad altrettante domande sui laghetti da giardino in inverno.
1. I pesci possono risentire del freddo e prendersi anche il raffreddore?

Il corpo dei pesci ha la stessa temperatura dell'acqua circostante. Questo significa che i pesci non percepiscono il freddo come noi e che non possono sviluppare la febbre.  Il loro corpo, infatti, non è in grado di generare e mantenere un aumento di temperatura. Inoltre, i pesci non hanno i polmoni (e, quindi nemmeno i bronchi) dai quali espellere il catarro tossendo. Ne consegue che i pesci non si prendono i raffreddori come li intendiamo noi.

2. I pesci comunque tendono ad ammalarsi d'inverno?

Ci sono malattie di cui i pesci possono soffrire, specie nella stagione fredda. Anche se non si verificano necessariamente in inverno, le malattie indeboliscono i pesci soprattutto a fine stagione, offrendo a germi (e parassiti) campo libero a primavera, quando il sistema immunitario non è ancora tornato alla piena efficenza.

3. Come bisogna nutrire i pesci in inverno?

Un'ottima pratica consiste nel preparare i pesci all'inverno con una dieta specifica in autunno. Somministrare cibo ai pesci fintanto che continuano ad assumerne - dando prova di non essere entrati in letargo. Quando la temperatura scende al di sotto dei 10°C, sarebbe opportuno utilizzare solo mangimi speciali e facili da digerire. Tutto ciò che il pesce mangerà e digerirà da questo momento in poi contribuirà all'accumulo di grassi e quindi delle sue riserve energetiche.

La nostra raccomandazione di cibo per l'inverno:

Il Tetra Pond Wheatgerm Sticks

4. Devo portare i pesci al chiuso durante l'inverno?

No, possono rimanere nel laghetto, a patto che sia profondo a sufficienza. Se sono ben preparati all'inverno, i normali pesci da laghetto come carpe koi, pesci rossi e ido non risentono delle basse temperature. Solo alcune specie altamente selezionate, come le varietà di pesci rossi Ryukin, potrebbero avere bisogno di trascorrere l'inverno in acquario. Tuttavia, in questi casi, sarà necessario portarli al chiuso prima che arrivi davvero la stagione fredda.

5. I pesci congelano in presenza di ghiaccio?

Per garantire la sopravvivenza dei pesci è necessario che il laghetto sia profondo a sufficienza. Un pesce sano va sempre in letargo nella parte più profonda del laghetto e, pertanto, non entra a contatto con il ghiaccio. Più il luogo in cui vivete è freddo, più profondo deve essere il laghetto. Negli inverni più rigidi vi è infatti il rischio che il laghetto ghiacci fino in profondità.

6. È pericoloso per i pesci che tutta la superficie del laghetto congeli?

Se il laghetto è ben curato, non c'è da preoccuparsi se tutta la superficie congela. In caso di manutenzione insufficiente o presenza di melma, invece, il ghiaccio potrebbe rappresentare un problema per gli inquilini branchiati. Perché? L'ossigeno potrebbe scarseggiare, con un accumulo di gas derivanti dalla fermentazione. In un laghetto ben curato, i problemi si presenterebbero solo dopo un periodo di congelamento molto prolungato. Pertanto, possiamo affermare che uno strato di ghiaccio sulla superficie del laghetto non rappresenta alcun pericolo.

7. Posso forare la superficie congelata del laghetto?

I pesci hanno un ottimo udito: se praticate dei fori, o semplicemente se battete sulla superficie del ghiaccio, il rumore risulterebbe amplificato e, per istinto, tenterebbero di scappare. Tuttavia, essendo in letargo, una sorta di modalità di risparmio energetico, non ci riuscirebbero, andando in tilt. Se dovete praticare un foro nel ghiaccio, fatelo silenziosamente, utilizzando acqua calda.